Bagni nel Gange

Battesimi nel Fiume Gange di Davide Russo Diesi Certified Yoga Teacher

Hari OM, ben ritrovati nuovamente su questa piattaforma di insegnamenti https://www.yogadelrespiro.it , lezioni ed approfondimenti sulla cultura induista e sullo YOGA originale. In questo articolo desidero parlarvi del Battesimo nel Fiume Sacro Gange. Il Battesimo nel Gange e’ un rituale spirituale induista molto antico, il fiume Gange, nato dalla ciocca dei capelli di Shiva (Dio della Trimurti Induista) attraverso della misericordia, acqua cosmica dell’Universo della Dea Divina Ganga, scorre sulla terra piu’ antica al Mondo, la Madre India che, insieme alla Madre Africa, forma il cuore sacro del nostro Pianeta. Il fiume sacro Gange e’ il primo fiume che separo’ i primi due continenti del nostro Pianeta Terra. In quel tempo antico molte delle Civilta’ si combattevano tra loro, così il Dio Shiva (Vedi Trimurti Induista), per mettere tregua tra due tribu’ ostili scese su questo piano terreno e vedendo la violenza dell’Umanita’ prego’ intensamente la Dea Ganga di bagnare con la sua acqua benedetta le terre di quella antica citta’: Benares – oggi meglio conosciuta come Varanasi. Venire a visitare Varanasi e bagnarsi nelle acque sacre del fiume Gange permette a chiunque (secondo la cultrua induista) di liberarsi del proprio antico karma legato ai propri antenati ed alla propria anima. Sempre secondo gli induisti l’acqua di questo fiume laverebbe via i peccati che l’uomo ha commesso durante le sue diverse vite passate. Cosi’ all’alba di ogni giorno, diversi fedeli prima che il sole sorga si recono ai Ghat di Varanasi per immergersi nelle acque del fiume e fare le famose tre abluzioni (immersioni complete di purificazione) e per raccogliere un po’ di quell’acqua che scondo gli indù sarebbe anche miracolsa alla pari dell’acqua di Lourdes per intenderci. Il battesimo o iniziazione nel fiume Gange e’ un servizio volontario d’amore che offro per chiunque voglia intraprendere un percorso di rinnovamento spirituale. Si hai compreso bene, vi porterò in India con me per fare questa meravigliosa esperienza di rinascita. Già alcuni miei studenti hanno potuto godere di questa esperienza ed al ritorno in Italia hanno subito avvertito un profondo cambiamento interiore.

La cerimonia originale del Battesimo con l’acqua viene dall’India, battesimo significa “immersione nell’acqua per pulire o purificare“. La purificazione del corpo deve precedere la purificazione della mente attraverso una preparazione precedente al battesimo (teoria in Yoga Classe e preghiera interiore). Perciò tutte le anime che desiderano cominciare una nuova vita spirituale devono purificare i loro corpi attraverso di quell’acqua da dove tutti noi siamo nati come anima. “La purezza è prossima alla Divinità”, ma il battesimo del corpo se non è seguito dal battesimo della mente, diviene praticamente insignificante (quindi sarà necessario almeno aver fatto qualche Classe di Yoga del Respiro per non essere impreparati alle forti vibrazioni delle acque della Dea Ganga. Se ci bagniamo e quindi purifichiamo i nostri corpi, troveremo che la nostra mente verrà temporaneamente purificata; ma finché non cambieremo la violenza delle nostre anime con la quiete, la meditazione e la costante vigilanza spirituale, rimarremo sempre gli stessi pieni di cattive abitudini e tendenze karmike, malgrado il temporaneo effetto purificatorio dell’acqua sui nostri corpi post battesimo. Occorre quindi, per poter godere dei benefici del battesimo nel Gange, continuare un sentiero che e’ chiamato oggi dagli Yogi la radice, in inglese the Root. Che cosa intendono gli Yogi antichi con questo termine? La radice e’ l’inizio di tutti i cammini. Da questa radice sacra (KRIYA) si sono formati tutti gli altri sentieri ma secondo la saggezza degli antichi Yogi, i nuovi sentieri sarebbero piu’ articolati e complessi rispetto al percorso originale dell’Antica Saggezza dell’Himalaya, la quale offre nella sua semplicita’ una vera e completa realizzazione del Se’ spirituale.

Essere battezzati oggi nel fiume Gange ha un valore inestimabile per il proprio cammino. Il battesimo come per le altre religioni e’ il momento propiziatorio dove si promette a Dio che l’anima in questa vita fara’ ogni possibile tentativo per poter raggiungere l’obiettivo della unione in Lui. Il battesimo nel fiume Gange offre quindi all’allievo la possibilita’ di azzerare il suo antico karma e di potere analizzare con il proprio Maestro spirituale (Insegnante Yoga) i punti e i nodi principali del karma attuale e quindi annullarli o purificarli. I viaggi in India sono un surplus dell’insegnamento teorico e pratico e sono sono obbligatori, credo però che almeno una volta nella vita per coloro che studiano lo YOGA, un viaggio in India nella terra dove è nato lo yoga sia al dir poco un respiro fortemente necessario. Magari dopo aver frequentato i Seminari della Tecnica di Base per esempio. I viaggi sono organizzati con Agenzie di Viaggio serie con un servizio completo e sicuro (questa attività rimane esente dalla mia P.IVA, ma volentieri mi offro come guida ed accompagnatore per gli studenti interessati). Per diversi anni ho vissuto e viaggiato in India e questa amata terra è divenuta per me la mia seconda casa. I periodi migliori per visitare l’India e la sua infinita Cultura sono il mese di marzo o settembre. Evitate di andare in India da Luglio fino ad Agosto in quanto l’umidtà ed il caldo eccessivi possono non far apprezzare pienamente questa esperienza e renderla poco bella.

Guarda insieme a me ora questo video per farti un’idea di cosa sono i Battesimi di Rinascita nel fiume sacro Gange a Varanasi, nell’antica Benares.

Articolo redatto da: Swami Amrirananda Davide Russo Diesi | Certified Yoga Teacher RYT-500 Yoga Alliance USA – Yogasthali Yoga Society, INDIA.

Istruttore Yoga Davide Russo Diesi

Istruttore Yoga Davide Russo Diesi